Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Facebookyoutube 2

MUSEO DEI SANTI ITALO-GRECI DI STAITI

Il Volume “Museo dei Santi Italo-Greci di Staiti” della Collana del Parco dei Greci di Calabria, edito da Rubbettino Editore e a cura di Daniele Castrizio non è, come lo definisce il Sindaco di Staiti, Arch. Antonio Domenico Principato, il solito libro-opuscolo a contenuto encomiastico o autocelebrativo su Staiti che gli appassionati di questo genere trovano solitamente in libreria.

Sfogliandolo si ha subito l’impressione di un lavoro originale che riscopre la storia dei Santi Italo Greci della “Magna Grecia”, di Staiti e di Santa Maria di Tridetti, attraverso il legame forte e fondamentale che accomuna la Storia di Staiti e degli Staitani all’Abbazia di Santa Maria di Tridetti.

Il testo propone e racconta con eccellente qualità storico-scientifica ciò che si può ammirare visitando il Museo, permettendoci così di approfondire e colmare i nostri vuoti di conoscenza in merito e facendoci arrivare pronti ad apprezzarli in tutta la loro bellezza estetica ed artistica.

Per gli studiosi diviene una vera e propria fonte di sapere per costruire opinioni, momenti di riflessione e di studio Religioso della storia di uomini, maestri e Santi, che con la loro operosità hanno rappresentato e rappresentano l’identità di un’area denominata “Magna Grecia”.

Serjei Tikhonov, esperto iconografo che ha curato la realizzazione delle opere esposte, dice: “Quando cinque anni or sono gli amici della parrocchia ortodossa di S. Paolo di Reggio Calabria e dell’Associazione Culturale “Archigramma” mi proposero di eseguire una serie di icone per il futuro Museo dei santi italo-greci di Staiti, io accettai subito e con grande gioia nel cuore. Un progetto unico nel suo genere, che in seguito si sarebbe rivelato una vera scoperta per me: la scoperta del meraviglioso mondo della santità autoctona, profondamente radicata attraverso i secoli nella grande civiltà di un’estesa area conosciuta sotto il nome della Μεγάλη Ἑλλάς”.

A breve l’inaugurazione del Museo.

 

Bingo sites http://gbetting.co.uk/bingo with sign up bonuses