Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Facebookyoutube 2

I MAJIA - LAB. BORGO DI PENTEDATTILO

I MAJIA
LABORATORIO DEL BORGO DI PENTEDATTILO

 SPERIMENTAZIONE E PRODUZIONE DI TEATRO SOCIALE E FOTOGRAFIA SU LUOGHI,LEGGENDE, MISTERI E STORIE DELLA CALABRIA GRECA

 

I Majìa è un progetto artistico dedicato alla Fiaba, alle Storie, ai Miti e alle Leggende grecaniche, un viaggio visionario realizzato attraverso le arti fotografiche e teatrali.

I Majìa e gli altri Laboratori previsti nel “Programma di Iniziative di Arte Pubblica nei Borghi e nei Centri Storici dell’Area Grecanica” promosso dal Gal Area Grecanica in collaborazione con l’Associazione Aniti – Impresa Sociale (Con_Terraneo nel Centro Storico di Bova, Stazioni D’Ascolto nel Borgo di Palizzi, Silenzio Sonoro per la Fiumara dell’Amendolea e Spiti Tis Musikì per il Borgo di Gallicianò) nascono nell’ambito del PSR Calabria 2007/2013 - Asse IV - Approccio Leader - Piano di Sviluppo Locale Néo Avlàci e intrecciano l’Arte Pubblica alla riscoperta e valorizzazione della cultura e dell’identità grecanica.

Il Progetto che porta il nome simbolico di “I Majìa”, Incantesimo, intende proporre un intervento artistico sulla dimensione dello spopolamento e dell’abbandono che caratterizza i Borghi dell’Area Grecanica, e sul recupero delle identità delle comunità che vi abitavano, portandone alla luce le storie, il patrimonio mitologico, le fiabe, i “cunti” che riassumono tratti antropologici, caratteri culturali, sociali, economici della gente e dei luoghi.

Il progetto è un intervento di Arte Pubblica che propone il coinvolgimento attivo di abitanti, studenti, associazioni (Ass. Pro-Pentedattilo, Accademia Drammatica Melitese “Carmen Flachi”, Ass. Polvere di Fata) nelle attività di laboratorio: due workshop paralleli, uno di costume e moda per l’ideazione e la realizzazione dei costumi, ed un secondo di modellazione 3d per la ricostruzione del castello di Pentedattilo avviati entrambi presso l’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria e che confluiranno nelle attività previste da domenica 15 fino a giovedì 19 Novembre in cui teatro e fotografia coinvolgeranno gli abitanti non solo come spettatori ma anche e soprattutto come attori nella messa in scena di storie e personaggi che saranno poi immortalati con la fotografia.

Set fotografici, ideati dalle Responsabili del Laboratorio Stefania e Paola Gareri, saranno allestiti con l’aiuto dei partecipanti al workshop, per ripercorrere i luoghi di Pentedattilo, Bova, Palizzi, Amendolea: scenografie naturali per raccontare storie e personaggi quali Antonia Alberti, la Narada; la Biancaneve grecanica; il Principe Bergamotto; il Matrimonio bizantino.

Appuntamento quindi da domenica 15 e fino a giovedì 19 Novembre.

Per Info e dettagli sui Laboratori di Arte Pubblica dell’Area Grecanica visitare il sito www.risorgimentilab.it.

Bingo sites http://gbetting.co.uk/bingo with sign up bonuses